Importanza del linguaggio dei gesti per i piccolissimi

Gesti e segni per farsi capire già quando hanno meno di 1 anno di vita.

I bambini hanno grandi capacità espressive sempre, anche se troviamo spesso frustrante non riuscire a capirli finché non sono in grado di parlare. Ma le ricerche dei pedagogisti mostrano come nella fase preverbale i bambini possono essere aiutati a comunicare utilizzando la gestualità.

Tutti noi già insegnamo ai bambini certe espressioni gestuali sin da piccolissimi: dire "che buono" portandosi il dito alla guancia, o salutare con la manina, battere le mani per esprimere gioia... L'apprendimento di un linguaggio preverbale, cioè prima che imparino a parlare, è una grande ricchezza per la crescita dei bambini. Gli effetti positivi sono quelli che abbiamo già raccontato in relazione all'apprendimento di una seconda lingua sin da quando si comincia a parlare.

Il linguaggio comunicativo preverbale, che utilizza dei semplici gesti invece delle parole, viene considerato a tutti gli effetti una lingua. 

Negli USA è stato messo a punto un programma di comunicazione preverbale rivolto a bambini molto piccoli (da zero a 18-24 mesi) che insegna ai bambini dei segni facili da imparare e da utilizzare per comunicare bisogni, desideri, e stati d'animo ai genitori ed alle persone che si protendono cura di loro.

I benefici di dialogare con i bambini prima che comincino a parlare

Cosa dicono gli esperti?

"Se aspetterete l'arrivo delle parole, vi perderete grandi soddisfazioni e molto divertimento" dice Penelope Leach, psicologa dell'età evolutiva, autrice di best seller sull'evoluzione dei bambini.

Daniel Stern, dal Diario di un Bambino: "Un modo molto semplice per incrementare la condivisione del mondo interiore è la comunicazione tra genitori e neonati prima che questi inizino a parlare".

I benefici del programma: la ricerca scientifica condotta per più di due decenni presso l'Università della California hanno dimostrato che comunicare con i bambini piccoli prima che questi imparino a parlare porta importanti benefici tra cui:

  • facilità di apprendimento del linguaggio verbale
  • stimolo dello sviluppo cognitivo
  • promuove l'autocontrollo del comportamento e delle emozioni
  • accresce l'autostima del bambino e del genitore
  • rafforza il legame genitore-bambino

A fronte delle ricerche è stato sviluppato un metodo di insegnamento di un linguaggio gestuale adatto ai bambini piccolissimi e in età preverbale. Esistono strutture e asili nido dove le educatrici sono formate su questo metodo BabySign.

Un workshop gratuito da fare con i bambini a Milano

Un incontro e una serie di workshop gratuiti da effettuare con mamma, papà e bambini a Milano.

Sabato 20 maggio 2017 ore 12-13
presso l'asilo nido bilingue
Baby Caring
via San Calogero 16 Milano
(MM Sant'Agostino o Sant'Ambrogio)

Baby Caring è un asilo nido bilingue italiano-inglese, le cui educatrici sono formate per utilizzare il linguaggio preverbale .

Per info e prenotazioni del workshop gratuito: 3451361634
info AT babycaring.it
su facebook @babycaringmantegazza

www.babycaring.it

BayCaring A5

di Sabrina Gherner 

immagine bambino che batte le mani di Olesia Bilkei su Shutterstock

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.