Cosa fare se il bambino non mangia: consigli utili

Come aiutare i bambini inappetenti.

Grazie alla collaborazione con Ortolina oggi esploriamo lo spinoso tema della relazione dei bambini con il cibo. Ortolina è un marchio della Rodolfi Mansueto, l'azienda italiana, che abbiamo visitato il mese scorso e che vanta 120 anni di esperienza nella produzione di derivati del pomodoro. Ortolina ha appena lanciato sul mercato la nuova linea Kids di sughi alle verdure proprio pensando ai bambini che a tavola hanno bisogno di una coccola in più.

Iniziare bene: gravidanza, allattamento e svezzamento

La relazione con il cibo inizia da subito, da quando il bambino è nella pancia poiché negli ultimi mesi di gravidanza, inghiottendo il liquido amniotico, il bebè sente anche i sapori dei cibi che mangia la mamma, per questo è sempre consigliata alla mamma in gravidanza una alimentazione varia, oltre che sana, senza privarsi di nulla. 
Anche l'allattamento è una fase cruciale nella creazione di una buona relazione con il cibo ed è associata per la maggior parte alla relazione con la mamma. Quando viene allattato il bambino riceve nutrimento fisico e anche relazionale e questo può avvenire anche nel caso dell'allattamento al biberon.

La parola svezzamento deriva da una concezione antiquata che vedeva il seno come un vizio da togliere non appena il bambino inizia a mangiare cibi solidi, in realtà questa transizione dal latte materno al cibo solido può durare molto a lungo e il non rispettare i tempi fisiologici del bambino forzandolo a mangiare cibo solido o togliendo completamente il seno in poco tempo possono mettere le basi per una relazione difficile con il cibo. 

Bambini mangioni, bambini inappetenti e fasi di crescita

Come per qualsiasi altra cosa i nostri bambini arrivano al mondo con un loro bagaglio già ricco di caratteristiche peculiari e, indipendentemente da ciò che avete fatto fino a quel momento con loro, potrebbero essere bambini mangioni che urlano se non trovano pronto quando il pancino brontola o al contrario bambini che non hanno nessun interesse particolare per i cibo.

La notizia positiva è che i bambini attraversano delle fasi e molto spesso cambiano durante la crescita, io ero una classica bambina inappetente ma mi sono trasformata in una ottima forchetta durante l'adolescenza, mio figlio dalla vigorosa e rapida poppata ora che ha 8 anni seleziona e scarta i pezzetti verdi che trova nel piatto.
Come spesso viene detto, i bambini non si lasciano morire di fame, abbiate fiducia e molta pazienza!

Il cibo come coccola

C'è una cosa che mi piace trasmettere ai miei figli: mangiare significa prendersi cura d sé, significa nutrire tutte le proprie cellule ed è facile farlo capire ai bambini, quando si pesano e misurano la loro altezza chiedete loro "da dove viene ciò che si è aggiunto?". E capiranno in fretta che se vogliono essere in salute e gioiosi devono mangiare cibi che fanno stare bene. In tutti i sensi.

Il cibo non può essere punizione o sacrifico, non può essere consumato in fretta e furia o con la TV accesa, non può essere una lotta senza fine tra genitori e figli. E quando è ora di mettersi a tavola cerchiamo di farlo tutti insieme, come momento per ricongiungere quei legami familiari che durante il giorno magari vengono allentati dagli impegni di lavoro, scuola o sport.

A cena possiamo proporre ai bambini dei giochi per condividere la propria giornata come "la cosa bella di oggi è stata..." oppure "oggi mi sento grato per..." e non dimentichiamo un bell'applauso al cuoco o alla cuoca che sarà gratificante per chi lo riceve e trasmette il valore che preparare il pasto è un compito impegnativo che è importante riconoscere.

 

Ricette per divertirsi e mangiare più volentieri

Vi ricordate quante volte ci hanno detto "non si gioca con il cibo?", io penso il contrario, il cibo può essere un divertimento, soprattutto dovrebbe esserlo per quei bambini che non mangiano volentieri, l'importante è ovviamente non sprecarlo ma perché mai non dovremmo coccolare un po' di più il nostro bimbo che magari ha difficoltà su questo tema in particolare? forse il suo rifiuto è proprio una richiesta di attenzione aggiuntiva che non viene fuori in altri ambiti ma anche se così non fosse di certo un po' di coccole non gli faranno male!

polpette ortolina

Antipasti

Noi italiani siamo amanti dei primi ma gli antipasti sono un modo semplice e veloce per portare in tavola cibi sani, belli da vedere e buonissimi da mangiare.
A volte basta aggungere una ciotolina con olio-sale-aceto perché venga subito voglia di "pucciarci" dentro i bastoncini di carote o di finocchio. Potete anche sbizzarrirvi in forme divertenti come i funghetti pomodoro e mozzarella che propone Alessia su ScoolOfScrap.

Pasta e pizza sono sempre apprezzate

Una bella pasta al pomodoro è difficile da rifiutare, provate con la nostra ricetta: mettete una scatola di pelati, una cipolla e una carota. e cuocete per 15-20 minuti. Una volta cotto, passate il frullatore ad immersione. Aggiungete un filo di olio crudo e, se l’avete, qualche foglia di basilico. Otterrete un buonissimo sugo per condire la pasta.
Potete anche utilizzare i sughi della linea Kids Ortolina di cui vi parlo alla fine dell'articolo che a noi sono piaciuti molto.
Anche la pizza è sempre un successo assicurato con i bambini, se siete stufi della solita pizza margherita potete provare altre ricette come la pizza di carne di Cristiana su CentoPerCentoMamma.

Le polpette

Quando ero piccola l'unico modo di farmi mangiare erano le polpette, mia mamma mi cucinava polpette praticamente tutti i giorni, e riusciva a mettere dentro qualunque verdura.
Potete anche preparare delle polpette molto profumate mescolando 250g di ricotta, 150 g di erbette tagliuzzate e ripassate in padella con un po' di olio, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, 1 cucchiaio di lievito disidratato in scaglie (o di parmigiano),1 cucchiaio di mandorle in scaglie, 1 cucchiaio di semi di lino, 1 cucchiaio di semi di sesamo, la buccia di mezzo limone grattata, una generosa grattata di noce moscata, sale e pepe.
Aggiungete il pangrattato nel caso in cui la consisenza sia troppo morbida e fate delle polpette schiacciando l'impasto, passandolo nella farina e poi in una pentola con l'olio.

Torta al cioccolato...con il pomodoro!

Con i dolci non bisogna esagerare ma se parliamo di cibo come coccola non possiamo non citare la torta al cioccolato che, per i golosi, è il massimo della vita.
Una ricetta originale è senz'altro la Black magic cake di Sasha su CakeMania che aggiunge la zuppa di pomodoro nell'impasto e assicura che è assolutamente da provare.

 

Ortolina Kids, la nuova linea di sughi per bambini

I sughi della linea Kids nascono su idea di Isabella, figlia dell'attuale proprietario, che abbiamo conosciuto in occasione della visita allo stabilimento. Isabella è una vera cultrice dell'alimentazione sana e voleva portare in azienda una delle ricette che preparava a sua figlia.
I sughi infatti, proposti a partire dai 4 anni, sono completamente bio e hanno il 50% di verdure. Leggendo gli ingredienti c'è proprio da complimentarsi: niente addensanti, niente coloranti, niente conservanti. Solo pomodoro e verdure.

Il gusto è tendente al dolce, soprattutto quello del sugo "zucca e carote" ma è ben bilanciato dal pomodoro. E' soprattutto la consistenza a essere piacevole in tutte le versioni, più che un sugo assomiglia molto ad una vellutata e, cosa importante per alcuni bambini, non ha nè pezzi di verdure nè pezzettini di erbette.

ortolinakids

I sughi Kids sono già in vendita, li potete trovare nei grandi ipermercati e alla Coop, ma immagino che nel giro di breve tempo potrete trovarli ovunque perché sono piaciuti a tutti i nostri figli dalle età e dai gusti molto differenti.

I sughi sono venduti in confezioni di vetro monodose, e contengono anche un gioco con un personaggio della Looney Tunes, non devono essere cotti perché sono già pronti, giusto una passata in pentola per scaldarli e al limite un'aggiunta di acqua di cottura della pasta per mantecarli.

di Barbara Lamhita Motolese

In collaborazione con

rodolfi

 

Immagine di copertina: child girl eats healthy food on Shutterstock 

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.