×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 2308

Una buona sessualità dalla gravidanza a dopo il parto

By Febbraio 06, 2017 Add new comment

Sesso, gravidanza, parto e dopo parto... cosa hanno in comune queste cose?

Non solo il bebè che nasce, ma la sessualità è un'aspetto intimo molto importante in tutte le fasi della vita di una coppia, ancora di più quando la coppia diventa famiglia, con la nascita di figli. 
Eppure l'aspetto della sessualità spesso non è accolto e curato dai professionisti che accompagnano la donna nel passaggio che la porta a diventare madre. Invece il buon accudimento dovrebbe concludersi non solo con un buon avvio dell'allattamento, ma con la ripresa di una buona intimità sessuale nella coppia. Proprio di questo occorre parlare più approfonditamente, l'occasione è un convegno organizzato proprio sul tema: Sessualità e maternità: un continuum nei cicli di vita della donna.

La sessualità nel nostro tempo: sappiamo tutto e non conosciamo nulla

Mai come in quest’epoca il corpo e la sessualità

  • vengono utilizzati come strumento di promozione di posizioni etiche ed ideologiche di ogni tipo,
  • vengono fatti conoscere ai bambini fin dalla più tenera età,
  • vengono mostrati e liberati da ogni tabù e da ogni pudore.

Ormai vedere un nudo, essere provocati da scene di contenuto erotico più o meno esplicito, non stupisce più nessuno, sembra essere diventato la normalità,
eppure tutto questo non agevola la naturalità del contatto con il proprio corpo, né la serenità nell’accesso ad una sessualità sana e matura.

Abitare un corpo femminile e vedere corpi, sempre scultorei, di donne che propongono ogni genere di prodotto, confonde, rende il contatto con il proprio corpo più difficile perché in un corpo normale, con imperfezioni e asperità, sembra di non poter stare bene, si avvia così un viaggio alla ricerca della perfezione che certamente non potrà essere soddisfacente.

Il nostro è anche un tempo fatto per la velocità, per ciò che è adesso, senza troppa attenzione per ciò che è stato e per ciò che sarà ed in questa velocità spesso non c’è il tempo e l’interesse per l’introspezione, per l’attesa e per il contatto profondo con sé e con gli altri.

La consapevolezza, l’attesa e l’intimità, sono invece elementi fondamentali per una buona sessualità: non posso prescindere dal conoscere ed amare il mio corpo, se voglio creare una intimità profonda con il mio partner.

Per creare un incontro autentico, c’è bisogno di tempo, di pazienza e questo alle volte appare faticoso e fuori tema con un epoca in cui tutto si può usare e consumare rapidamente.

Oggi, quindi appare quanto mai utile e necessario porre attenzione al tema della sessualità, fermarsi a pensare e capire, proporre strategie di ascolto e cura nei percorsi istituzionali.
Osservare da vicino il tema della sessualità, però, porta dentro un universo nel quale si rischia di cadere nell’ovvio oppure di perdersi in labirinti davvero intricati.

Vorrei porre l’attenzione sul tema della sessualità focalizzando la finestra successiva alla nascita. Una sessualità quindi, non immediatamente finalizzata alla generatività, ma alla ricerca di una nuova normalità che dopo gli sconvolgimenti portati da una gravidanza e una nascita.

La sessualità e il concepimento

La sessualità che porta ad una nascita più essere del tutto inconsapevole, quindi portare a generare una vita per caso o per sbaglio, ma più spesso, è orientata all’obiettivo, è portata fuori dalla sua naturalezza e centrata sul desiderio di generare una nuova vita.

Alle volte questa ricerca può durare mesi o anni, alle volte non riesce nemmeno ad avere compimento e rischia di presentarsi come una sessualità incompleta, priva della potenza del generare.

Se la sessualità è prima di tutto incontro, intimo di due corpi, in questa fase, rischia di sfuggire ed ha bisogno di essere recuperata in un tempo successivo.

La sessualità e la gravidanza

La maternità rappresenta un momento di sospensione della sessualità, almeno di quella intesa come genialità e certamente della routinarietà della vita sessuale di una coppia.

Nella maggior parte di casi, una donna in gravidanza, viene percepita come diversa, cambia il modo di rapportarsi al suo corpo e la percezione che ne ha il partner sul piano fisico. Certamente, poi, cambia anche la percezione che la donna ha di sé e del proprio corpo.

Spesso la sessualità, intesa come atto sessuale, viene messo un po’ o del tutto da parte per una serie di credenze e paure, che spesso non hanno nessun fondamento (facciamo male al bambino, il bambino ci guarda, potrei farti male,…). È giusto mettere in atto alcune attenzioni, ma non deve essere necessariamente esclusa la sessualità, al di là dei casi particolari in cui vi siano indicazioni mediche specifiche al riguardo.

La sessualità dopo la nascita

Dopo la “bolla” della gravidanza, la coppia entra in un tempo nuovo, quello della nascita di una nuova creatura, che certamente assorbe molte energie, ma che qualche volta porta con sé una difficoltà di incontro, di dialogo sul tema della sessualità. Molte delle crisi coniugali, infatti, si hanno nel primo anno di vita del bambino e molto gioca la costruzione dell’equilibrio sessuale.

L'accudimento della donna in cinta non si conclude con il buon avvio dell'allattamento, ma con la ripresa di una buona sessualità: 
un convegno sulla sessualità dopo il parto ad Udine

Su questo particolare aspetto, la sessualità prima e dopo il parto, si terrà ad Udine i prossimi 10 e 11 novembre 2017 un convegno che vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Michel Odent, organizzato dall’associazione l’Abbraccio.

Se è una dato di fatto che la gravidanza rappresenta un cambiamento, lo è anche la continuità nella vita di una donna e di una coppia tra il prima e il dopo una maternità.

Gli operatori che stanno accanto alle donne e alle coppie in questa fase, devono giocare fra la continuità e la discontinuità di questo particolare momento per accompagnare le persone che seguono ad una nuova naturalezza in ambito sessuale.

La sfida che lanciamo, nel proporre il convegno, è quella di considerare la conclusione di un buon accompagnamento della donna e della coppia, non alla nascita o all’avvio di un buon allattamento, ma al consolidamento di un nuovo equilibrio sul piano sessuale.

Il viaggio che faremo durante questa proposta formativa, parte da qui, per considerare diverse tappe:

  • vi sono atti medici, procedure o atteggiamenti che possono essere di ostacolo alla riconquista della coppia di una serena intesa sessuale (per esempio eccessive medicalizzazioni della gravidanza, episiotomie,…) che vanno esplorati, nelle loro conseguenze a medio e lungo termine e talvolta riconsiderati;
  • la buona sessualità non è sempre la normalità e talvolta è necessario accompagnare la coppia alla sua conquista con strumenti e operatori opportunamente formati, la gravidanza in questo caso diventa occasione per evidenziare criticità pregresse e attivare progetti di “cura” efficaci; la presa in carico efficace della coppia deve essere precoce ed integrata e può essere fatta, come vedremo anche in contesto pubblico.

Compiremo questo viaggio con l’ausilio di suggestioni che vanno al di là delle parole, facendo alcune piccole esperienze e facendoci cullare alcune suggestioni musicali per trasmettere il messaggio che la buona sessualità non è fatta solo di parole e che i buoni operatori devono poter essere nella relazione con le persone che incontrano, non basta che sappiano fare, soprattutto in un momento così delicato e speciale.

La buona sessualità, diventa quindi un diritto, cui ogni coppia deve avere accesso, se lo desidera, non una fortuna i pochi che scelgono percorsi non convenzionali o incontrano operatori illuminati.

di Marta Roncaglia

 

Per informazioni sul progetto formativo o sull’associazione dott.ssa Marta Roncaglia tel. 348-28.42.656 sito www.apsabbraccio.it e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Per iscrizioni Sessualità e maternità: un continuum nei cicli di vita della donna.

sessualita convegno 1

sessualità convegno 2

PROGRAMMA


VENERDI 10 NOVEMBRE 2017
“LA VITA CHE SORGE”
Ore 08.30 Introduzione
Marta Roncaglia – Presidente Associazione L’Abbraccio

PRIMA SESSIONE: L’ATTESA COME TAPPA NELLA VITA DI UNA DONNA
Introduce e modera: Flavia Mahnic
Ore 09.00 Suggestione in apertura dei lavori: imparare ad esserci
Isabella Robbiani - Psicologa, esperta in haptonomia perinatale

Ore 09.25 Il concepimento come inizio di una nuova tappa della vita fertile di una donna da accogliere come un momento di continuità. Il ruolo dell’Ostetrica
Anna Maria Rossetti – Ostetrica

Ore 10.25 Comprendere il parto per comprendere la natura dell’essere umano
Michel Odent - Medico

Ore 11.30 Coffee break

Introduce e modera: Anna Maria Rossetti
Ore 11.45 Pensare a lungo termine: presentazione della banca dati sulla ricerca in salute primale: www.primahealthresearch.com
Michel Odent - Medico

Ore 12.30 Il rispetto della fisiologia del parto che protegge da possibili danni perineali
Flavia Mahnic – Fisioterapista perineale

Ore 13.30 Botta e risposta: spazio ai partecipanti

Ore 13.45 Pausa pranzo

SECONDA SESSIONE: MAMMA E BEBE’ FRA PROTOCOLLI E VERA “CURA”
Introduce e modera: Flavia Mahnic
Ore 14.45 Gravidanza e parto a misura di donna: si può. Prassi virtuose nel panorama italiano per il tempo dell’attesa e l’accompagnamento alla nascita
Roberto Fraioli – Ginecologo

Ore 15.45 Un buon inizio: l’occasione per costruire e mantenere una buona salute psicologica
Isabella Robbiani - Psicologa

Ore 16.45 Il corpo nel tempo dell’attesa: un sistema unico e speciale. Il punto di vista dell’omeopata
Carlo Cannistraro - Osteopata

Ore 17.45 La moderna pediatria: fra prassi e credenze, scovare le verità. Di che cosa ha bisogno un neonato? - Lucio Piermarini – Pediatra

Ore 18.45 Botta e risposta: spazio ai partecipanti


SABATO 11 NOVEMBRE 2017
“LA BUONA SESSUALITA’ PRIMA E DOPO IL PARTO”
PRIMA SESSIONE: LA COPPIA NELLA CONIUGALITA’ E NELLA GENITORIALITA’
Introduce e modera: Roberto Fraioli
Ore 08.30 Nascita e sessualità: un tutt’uno che accompagna i bimbi alla vita e la coppia alla genitorialità
Elena Scesa – Riflessologa plantare, Prenatal Tutor, Insegnante massaggio infantile
Elena Lotteri – Psicologa, Sessuologa Clinica, Prenatal Tutor

Ore 09.45 La buona sessualità: importanza della sessualità nella coppia durante la gravidanza e il puerperio
Elena Lotteri – Psicologa, Sessuologa Clinica, Prenatal Tutor
Piero Camarda – Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo Clinico

Ore 11.00 Botta e risposta: spazio ai partecipanti
Ore 11.15 Coffee break

Introduce e modera: Elena Lotteri
Ore 11.30 La coppia genitoriale fra diritti e doveri: elementi giuridici per il sano esercizio della genitorialità Gian Luca Liut e Ilaria Giraldo – Avvocati

Ore 12.30 Il trattamento sessuologico con la coppia
Michelangelo Tortalla – Medico, Sessuologo Clinico

Ore 13.30 Botta e risposta: spazio ai partecipanti

Ore 13.45 Pausa pranzo

SECONDA SESSIONE: TUTELA DELLA GENITORIALITA’
Introduce e modera: Carla Padovan
Ore 14.45 La casa maternità: un modello di presa in carico precoce ed integrata
Nadia Scaratti – Ostetrica

Ore 15.45 Il ruolo del consultorio nella presa in carico della coppia genitoriale. L’esperienza dell’Ostetrica e della Psicologa domicilio nel post-parto
Maria Virginia Fabbro – Psicoterapeuta
Emmanuela Tassotti – Ostetrica
Veronica Rosati – Psicoterapeuta

Ore 16.45 Botta e risposta: spazio ai partecipanti

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E PROVIDER ECM (CODICE 1994)
md studio congressi snc
Via Roma, 8 - 33100 Udine
Telefono: 0432 227673
Fax: 0432 507533
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Web: www.mdstudiocongressi.com

ECM – EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA
L’evento è inserito nel programma di Educazione Continua in Medicina per 100 PARTECIPANTI delle seguenti Professioni:
MEDICO CHIRURGO - Discipline accreditate: Ginecologia e Ostetricia, Pediatria, Pediatria (pediatri di libera scelta), Psichiatria, Psicoterapia, medicina generali, genetica medica, laboratorio di genetica medica, Sessuologo, privo di specializzazione, neuropsichiatria infantile, neonatologia, urologia, medicina alternetiva
PSICOLOGO - Discipline accreditate: Psicologia, Psicoterapia
ASSISTENTE SANITARIO
INFERMIERE, infermiere pediatrico
EDUCATORE PROFESSIONALE
FISIOTERAPISTA
OSTETRICA/O
Logopedista
Ore formazione 16 – Crediti formativi 16

QUOTE DI ISCRIZIONE(*)
Iscrizione entro il 30/09/2017 Euro 135 successivamente Euro 145,00
(*)Quote esente IVA ai sensi dell’art. 10, c. 1, n. 20, DPR 633/72

SEDE DELL’EVENTO
Palazzo Antonini
Via Petracco, 8
33100 UDINE (UD)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti anche

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.